THE SOVEREIGN OF THE SEAS 1637

La realizzazione

La Sovereign of the Seas è anch'essa una nave a cui sono particolarmente legato. L'idea di realizzarla è nata perché volevo dedicarla a mia madre, morta tre anni prima che cominciassi a costruirla.
E' stata la prima nave con la quale ho affrontato il problema dei fregi. Inizialmente ho pensato di intagliarli nel legno, ipotesi che ho subito scartato. Ho pensato poi di realizzarli con argilla o DAS. Anche questa ipotesi l'ho abbandonata vedendo i deludenti risultati. Mi è allora venuta l'idea di acquistare vari fregi in metallo, uno di ogni tipo, e realizzare degli stampi in silicone (farò un articolo in cui spiego come fare) da riempire poi con il DAS. Infine avrei verniciato in oro il tutto. I risultati sono stati ampiamente soddisfacenti e sono in bella vista sulle fiancate e sui ponti della Sovrana.
Altra difficoltà che ho affrontato sono stati i ponti con strutture semicircolari, ma con un po' di pazienza e impiegando un po' di tempo, sono riuscito ad andare avanti.
Come per la Victory, le sartie con le griselle sono in refe nera. A differenza della Victory, però, le cornici delle aperture sulle fiancate, e i relativi portelli, sono in metallo verniciato d'oro.
Le coffe non sono state realizzate da me, ma comprate e montate.
Inizialmente avrebbe dovuto mostrare il lato destro e la prua rivolta a sinistra, ma alcuni errori nella costruzione, mi hanno convinto a mostrare il lato opposto. Per questa ragione, sul ripiano in cui è in bella mostra con le altre mie "creature", è orientate all'opposto rispetto alle altre.

panoramica1

La Sovereign of the Seas è il modello per il quale ho scattato più foto e per il quale ho documentato la costruzione, realizzando un filmato di circa 20 minuti e numerose foto. Troverete il filmato nella sezione dedicata e le foto nella Gallery generale.

Un po' di storia

La Sovereign of the Seas ("Sovrana dei mari") era una nave da guerra della Royal Navy voluta dal re Carlo I d'Inghilterra. Era la nave più grossa e pesante fino ad allora costruita e fu anche la prima nave della storia munita di cento cannoni.
La costruzione iniziò nel maggio 1635 sotto la direzione di Peter Pett e sotto la supervisione di suo padre Phineas e fu varata nei cantieri di Woolwich il 13 ottobre 1637.
La Sovereign of the Seas aveva 118 sabordi ma solo 102 cannoni di bronzo.
Era la nave più riccamente ornata della Royal Navy, completamente ricoperta da poppa a prua da decorazioni scolpite nel legno e dipinte in oro (solo le insegne Reali erano ricoperte d'oro zecchino) che risaltavano sul fondo nero, eseguite su disegno di Anthony van Dyck in stile barocco.
La nave non prese parte alla guerra civile inglese rimanendo ferma. Nel 1650, con l'avvento del Commonwealth of England che abolì ogni riferimento alla monarchia, fu ribattezzata semplicemente Sovereign.
L'anno successivo furono effettuate delle modifiche strutturali per rendere la nave più manovrabile. Con questa conformazione la Sovereign servì durante gli anni del Commonwealth come ammiraglia del "generale del mare" Robert Blake. Essa prese parte a tutte le maggiori battaglie navali combattute contro la Province Unite e la Francia e fu chiamata "il diavolo d'oro" (den Gulden Duvel) dagli olandesi.
Dopo la Restaurazione inglese, fra il 1658 e il 1660, il veliero fu nuovamente ristrutturato come vascello di prima classe con cento cannoni, e ribattezzato Royal Sovereign. Molte delle decorazioni intagliate furono rimosse.
Nel 1685 la nave venne sottoposta ad una terza ristrutturazione nei Chatham Dockyard, e varata come vascello di prima classe a cento cannoni. La polena che fino ad allora rappresentava un cavaliere, fu sostituita con la figura di un leone.
Fu la prima nave a montare la quarta vela su di un albero e a montare la terza vela sull'albero di mezzana.
Mentre era ormai immobilizzata nei cantieri di Chatam, fu bruciata da un incendio fino alla linea di galleggiamento, finendo così ignominiosamente i suoi giorni il 27 gennaio 1696.
La tradizione marinara ha conservato il suo ricordo e in suo onore varie navi successive sono state battezzate Sovereign of the Seas, Royal Sovereign e Sovereign.

Fonte: Wikipedia

 

Ultimi da Silvio Falcone

Commenti  

# Joanna 2020-08-21 21:33
Wow, awesome weblog structure! How long have you been blogging for?
you made blogging look easy. The entire glance of your website is magnificent, let alone the content material!


Check out my page: Credit Repair Companies Baytown TX: https://baytown.creditrepair.repl.co/
Rispondi

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna